Contattaci: 06 44252248   |     Scarica l’App delle Spese per Android >   |    Scarica l’App delle Spese per iOS >
testimonianza_FacileFortuna

L’illusione della facile fortuna

Carla è una dipendente pubblica. Il marito un artigiano. Hanno una casa di proprietà, comprata tanti anni fa con un mutuo che stanno ancora pagando.

Con il suo stipendio e i guadagni del marito si arriva alla fine del mese, ma i soldi non bastano mai per qualche spesa extra. Così Carla un giorno si fa allettare dall’invito di un’amica appassionata di slot machine. Pensa che in fondo giocare pochi euro non costa nulla e potrebbe portare grandi guadagni. I guadagni in realtà non arrivano, ma Carla non sa più tratte- nersi: è troppo grande l’illusione di poter cambiare radicalmente la propria vita con “pochi euro”.

In realtà gli euro che ogni giorno Carla “investe” nel gioco sono sempre di più. Sempre più spesso usa per il gioco i soldi necessari a pagare le bollette, il condominio, le rate del mutuo. Per evitare che a casa si accorgano degli ammanchi, chiede dei prestiti: prima una carta revolving con una dispo- nibilità di 4.000 euro; poi un prestito con cessione del quinto dello stipen- dio; poi un prestito con delega. In poco più di due anni la busta paga di Carla va interamente a coprire le rate dei prestiti contratti e a casa la situa- zione esplode: scoprono il vizio di Carla e i debiti accumulati, troppo grandi per poter essere gestiti con le sole risorse familiari.

Carla finalmente apre gli occhi, si rende conto di quanto è successo e cerca una soluzione. Insieme al fratello contatta l’Ambulatorio Antiusura, dove gli operatori la aiutano a stilare una lista degli impegni finanziari assunti e delle priorità da affrontare.

Carla viene assistita nella nuova gestione economica in modo da poter far fronte gradualmente agli impegni finanziari assunti e ripianare un po’ per volta i debiti contratti. Impara e accetta che non esistono fortune facili e soluzioni magiche, ma che il solo modo di riportare in carreggiata il bilancio familiare è metterci impegno e pazienza.